domenica 19 novembre 2017

Kenka Banchou Otome: Koi no Battle Royal


Buonasera lettori!!!
Questa settimana è stata da crocione.... Così ho rimandato, e rimandato, e rimandato la pubblicazione del post, per finire di scrivere e cercare le immagini (quella qui sopra è stata ritoccata e cambiata più volte). Comunque alla fine eccoci qui a parlare di manga, con Kenka Banchou Otome: Koi no Battle Royal di Chie Shimada, l'autrice di Jigoku no Enra, conclusosi con il quarto volume.


Kenka Banchou Otome: Koi no Battle Royal
di Shimada Chie, Spike Chunsoft/Red Entertainment
Volumi: 2 (concluso)
inedito in Italia
Anno di inizio pubblicazione: 2015
Genere: shoujo, scolastico, reverse harem

Da quando a memoria Hinako Nakayama non ha mai avuto parenti e per questo ha sempre vissuto sotto le cure dello stato. La ragazza non conosce nemmeno l'aspetto dei suoi genitori, ma ha un piccolo obiettivo: farsi degli amici.
Un giorno appare davanti ai suoi occhi un ragazzo di nome Hikaru, identico a lei. Hikaru, dopo essere stato urtato e a suo dire ferito da Hinako, le "chiede" di frequentare la scuola al posto suo così che almeno apparentemente lui non perda la cerimonia d'ingresso. Basita dalla proposta la protagonista, obbligata ad accettare, scopre a sue spese che si tratta di una scuola maschile, nonché l'unica scuola della prefettura che riunisce giovani delinquenti che si sfidano a suon di pugni per avere il controllo della scuola.
In seguito il ragazzo le rivelerà di essere suo fratello gemello e di far parte di una famiglia mafiosa che da sempre ha primeggiato in quella scuola. Odiando lui la violenza ha pensato di mandare lei al suo posto.

Voto:


Vorrei definire questo manga, per ora, "Shoujata" perchè è uno shoujo di quelli che non hanno nessun senso. Mi spiego: la protagonista incontra un ragazzo identico a lei, alla fine del primo capitolo lui le dice che sono fratelli. Non è chiaro se lo dice perchè l'ha obbligata a scambiarsi o se realmente è suo fratello. Io però,  fossi la protagonista, un paio di domandine inizierei a pormele. Mi spiego: incontri un tipo identico a te, che praticamente ti costringe ad aiutarlo, che ne diresti di parlare un attimo di come stanno le cose? E' davvero tuo fratello gemello? E se si, come mai sei finita in un orfanotrofio e lui no?
Qui invece, classico shoujo senza pretese, tutta questa logica viene baypassata alla grande.
Altra cosa che non torna: lui l'ha seguita per un po' e ha scoperto che lei sapeva combattere e quindi è andato a chiederle aiuto, o meglio a "obbligarla" ad aiutarlo e lei non se la prende. Parliamone un attimo. Se voi aveste un fratello di cui ignorate l'esistenza, ma lui conosce la vostra e sa che non siete esattamente in una bella situazione e venisse da voi unicamente perchè vuole qualcosa, voi direte "Okay, nessun problema" o lo mandereste a quel paese? Io personalmente gli direi di andarselo a prendere... dove non batte il sole. Anche questo ovviamente viene baypassato.
Concludiamo dicendo che questo "fantastico" fratello di manda in una scuola in cui praticamente sei costretta a fare a botte ogni giorno, rischiando pure di prenderle e rimanere ferita. In pratica è un essere umano di merda.
Questo shoujo è un insieme di insensatezze e personaggi particolari, che forse si potrebbero apprezzare, ma anche no. A questo si aggiunge una comicità scontata e una protagonista che è molto passiva. che non ha neanche il coraggio di chiedere le cose e a volte manco si pone le domande. Ti arrendi, veramente. Non c'è neanche una vera trama.
Mi sono sinceramente chiesta cosa si fosse fumata l'autrice quando gli è venuta in mente questa storia, ma poi ho scoperto che è un manga tratto da un videogioco. E quale tipo di videogioco ha un reverse harem? Ma un otome! Ovvio! Solo che di solito la trama di un otome non è così carente, i personaggi hanno un attimino più senso. Io fossi nella disegnatrice avrei provato ad ovviare a chiare carenze di trama  e avrei dato una direzione al tutto scegliendo il personaggio del quale la protagonista dovrebbe innamorarsi. Purtroppo i manga tratti dagli otome vengono spesso lasciati così, nel niente.
Tra l'altro a me questa trama da ai nervi in maniera incredibile (si notava?), ma oltre che il manga, è stato anche tratto un anime dal videogioco, quindi sicuramente ha avuto successo, cosa che mi lascia solo più basita.


giovedì 9 novembre 2017

Il diavolo in primavera di Lisa Kleypas



Buonasera lettrici.
So che lo saprete già, ma è in uscita la Kleypas questo mese. Si tratta sempre di un libro della serie The Ravenels, il terzo e ha come protagonista (rullo di tamburi) il figlio di Evie e St. Vincent. Nella serie degli Hathaway i due avevano una bambina, la presenza di un Lord St. Vincent ci fa sapere che hanno avuto altri figli e ci fa ben sperare nella ricomparsa delle zitelle, anche solo per un paio di pagine >___<
Sono emozionata per questo libro!!!!

Titolo: Il diavolo in primavera
Titolo originale: Devil in Spring
Autrice: Lisa Kleypas
Editore: Mondadori
Collana: Oscar bestsellers
Pagine: 350
Prezzo cartaceo: euro 13.00
Data di uscita: 28 Novembre 2017

Trama

Londra, 1876. A differenza di tutte le debuttanti londinesi, la bellissima Lady Pandora Ravenel non sogna di frequentare balli e trovarsi un marito. Preferisce di gran lunga dedicarsi ai suoi affari. Ma la sua strada si incrocia con quella di Gabriel, Lord St. Vincent, impenitente libertino, altrettanto determinato a non essere ingabbiato in un matrimonio. E per entrambi sarà la scoperta di un brivido fino allora sconosciuto.

Dato i protagonisti mi aspetto di farmi sonore risate leggendo questo libro. 

mercoledì 1 novembre 2017

Jpop: gli annunci del comics



Devo dire che non pensavo di scrivervi niente per un po'. Lo so, come esordio è brutto, ma dopo questo mese pensavo di prendermela comoda, andare al comics (domani), rilassarmi ecc... Invece eccomi qui, a parlare degli annunci di Jpop.

Credo in tutti i miei post di aver esplicitato quello che penso della Jpop, ma riassumerò brevemente il concetto: la Jpop è il male! Jpop=morte. Jpop=sofferenze infinite. In pratica la jpop e l'inferno nella mia mente hanno concezioni simili, solo che la prima è auto inflitta. Se a qualcuno sfugge il perchè, anche se ne dubito, la ragione è che la jpop ha titoli validissimi e interessanti che pubblica, quando li pubblica, con un lentezza estrema ed accompagna l'alto costo del prodotto (Tableau Gate costa €6,90) alla scarsissima qualità (pessime traduzioni, materiali scadenti ecc...). Questo non è sempre vero, ma della serie sopracitata (che ammetto non compreranno tantissimi, tutt'altro) ci sono volumi tradotti talmente male che sarebbe davvero da seppellirceli sotto.

Comunque veniamo agli annunci!
Vorrei parlarvi intanto di quelli che mi stanno spingendo sull'orlo del suicidio, ossia quelli che adoro e che avrei davvero voluto veder pubblicati... da Starcomics o Planet Manga. Fortunatamente sono solo due titoli:

Blood Bank di Silb
L'ho temuto, tanto, ma tanto, ma tanto.... Quando hanno detto che avrebbero pubblicato Killing Stalking ho temuto si sarebbero appropriati anche di questo gioiellino. Blood Bank è meraviglioso, ma ci mette un po' a partire e a prenderti veramente... e ora è in mano alla JPOP...
A mio avviso Blood Bank non è uno yaoi che può essere apprezzato immediatamente. Fino al capitolo 17 è un normale yaoi con l'aggiunta della componente SM. Dal capitolo 17 la storia inizia a farsi complessa e tu inizi a ossessionartici perchè si presentano sempre più misteri. Avere una pubblicazione lenta in modo esasperante per un titolo simile equivale quasi alla morte, almeno a mio avviso.
recensione

Horimiya di Daisuke Hagiwara e Hero
Altra storia meravigliosa, questa volta shonen. Horimiya è un manga incredibilmente delicato, romantico, divertente e slice of life, cosa che non sempre apprezzo. Questo manga è un eccezione al tipico manga che mi piace di solito, però mi ha fatto davvero impazzire, mi è piaciuto tantissimo. Sono 11 volumi... in corso...
Il manga, come ho detto è un amore, ma l'ho trovato abbastanza lento, con pochi colpi di scena vera e propri e una trama molto tranquilla. L'ho apprezzato comunque e tutt'ora lo leggo in inglese, ma gli avvenimenti non hanno un ritmo serrato e se alla lentezza della storia aggiungi la lentezza di JPOP.... ho paura della fine che farà questa serie.
recensione
Gli altri annunci:
  • The promised neverland di Shirai Kaiu e Posuka Demizu, shonen, 5 volumi in corso 
  • Yatamomo di Harada, yaoi, 3 volumi concluso
  • Made in Abyss di Akihito Tsukushi, seinen, 6 volumi in corso
  • Shimanami Tasogare di Yuuki Kamatani, seinen, 3 volumi in corso 
  • I Sette Figli Del Drago di Ryoko Kui, volume unico
Ovviamente per questi ultimi titoli interesse zero (mi spiace), ma sono già abbastanza in lutto per gli altri due.

Domani vado al comics... pensatemi. >___<

lunedì 30 ottobre 2017

With or Without: gli speciali



Eccoci arrivati a quest'ultimo appuntamento con questa serie che io ho adorato. Non so se il perchè era chiaro nei post che ho scritto.  With or Without è una serie incredibilmente dolce e io l'ho adorata per questo. Le storie sono interessanti e hanno quel tocco di soprannaturale... senza contare che si leggono benissimo.

Comunque oggi parliamo degli speciali. Sono tutti carinissime e fin troppo brevi. Avrei davvero tanto voluto sapere altre cose, sopratutto su Rhys e Sterling. le storie sono brevissime ma carinissime.

A Lot To Be Thankful For

È una storia breve di appena 6 pagine riguardante Rhys e Sterling. È una storia tema, si svolge prima del ringraziamento, parla essenzialmente della relazione tra i due. Rhys torna a casa e trova Sterling già lì, il ragazzo è preoccupato per l'arrivo in città della madre dell'uomo. Nonostante Rhys sia il proprio compagno, la differenza di età tra i due è notevole e il ragazzo pensa che la donna potrebbe  non approvare il loro rapporto.

A Sterling New Year

A sterling new year è una storia breve di circa 10 pagine ambientata a Capodanno.
Sterling a capodanno va a casa di Rhys insieme a un suo amico totalmente ubriaco. I due rimangono da lui a dormire. Data la situazione più che favorevole , che però ho spinto dal senso di responsabilità lo respinge, ma non del tutto.
La storia è un po' più lunga della precedente e con scene un po' più a luci rosse.

Christmas Cookies And Garland

Più lunga delle storie precedenti, questo racconto natalizio conta circa una decina di pagine. Nella breve storia vediamo Remy che ricorda il suo Natale da bambino, passato a prendersi cura di un piccolissimo Sterling. La storia passa poi al Natale attuale, diversissimo da quello del suo passato, in cui finalmente Remi ha trovato una vera famiglia insieme a Jake

Christmas Dinner At Reynolds Hall

Brevissima storia natalizia in cui vediamo la famiglia Reynolds riunita per Natale. Entrambe le coppie del primo e del terzo libro sono presenti in questa storia. In pratica alla cena di natale a Reynolds Hall partecipano Keaton e Chay e Aubrey e Matt, oltre ai genitori di Keaton e Aubrey. La storia di appena 4 pagine vedi personaggi riuniti a cena che discutono allegramente.

Attack Of The Killer Dust Bunnies

Brevissima storia con protagonisti Matt e Aubrey. Due dei fratellini più piccoli di Matt sono con loro a Reynolds Hall e la notte fanno irruzione nella loro camera perché spaventati dal "mostro sotto il loro letto". Scene dolcissime, divertentissime e non solo...


Bene ragazze ... e ragazzi, questi sono gli speciali e questo è l'ultimo post di Halloween. Ci vediamo domani per gli auguri e con un post per ricapitolare tutti quelli di questo mese^^!

A domani!

sabato 28 ottobre 2017

Magisterium 4. La maschera d'argento di Cassandra Clare e Holly Black



Buonasera lettori!
So che, chi di voi segue i post che sto facendo uscire per Halloween si aspettava un post totalmente diverso, ma la notizia circola e quindi, dato che si tratta di un libro che prenderò anch'io non potevo non farla girare. Perciò, senza più indugi, annunciamo questa meravigliosa uscita!


Titolo: Magisterium 4. La maschera d'argento
Autori: Cassandra Clare, Holly Black
Editore: Mondadori
Prezzo: euro 17,00
Formato ebook euro 9,99
Data di uscita: 21 Novembre 2017

Trama: La vita di Callum Hunt è a pezzi. Il suo segreto è stato svelato al mondo. Aaron, il suo migliore amico, è morto. Alex, la spia del Nemico, è riuscito a fuggire. E ora Call si trova a vivere dietro le sbarre, chiuso in una cella, bandito dal resto della comunità magica per ciò che è... o meglio, per ciò che potrebbe diventare. Una speranza di libertà ci sarebbe. Ma tutto ha un costo, e lui non sa se è disposto a pagarlo. Riuscirà a trovare dentro di sé la forza di non tradire i suoi amici e gli insegnanti? O correrà il rischio di distruggere tutto ciò che nella vita ha di più caro? Nell'anno d'argento al Magisterium sarà tutto diverso da prima...


Sinceramente sono davvero curiosissima di averlo tra le mani! Non vedo l'ora! Ma al 21 novembre manca ancora tantissimo (sob).

venerdì 27 ottobre 2017

Tasogare Otome × Amnesia di Maybe



Buonasera lettori!
Ho pochissimo tempo e devo recuperare almeno altri tre episodi (sono indietro con le serie tv >__<), quindi non sto a farvi grandi introduzioni. Oggi parliamo di uno shonen edito (no, non avete assunto allucinogeni). Spero che vi piaccia^^!


Titolo italiano: Tasogare Otome × Amnesia
Titolo originale: Twilight Maiden x Amnesia
Autrice: Maybe
Volumi: 10
Status: concluso 
Genere: shonen, soprannaturale, horror, scolastico

Edito da Starcomics
Costo: € 4,90


Trama: Teiichi si è appena iscritto al primo anno di una scuola media privata su cui aleggiano parecchi misteri e, vagando per i corridoi, finisce per smarrirsi in un’ala del vecchio edificio. Qui incontra il fantasma di una ragazza che ha perduto ogni ricordo di quando era in vita, e decide dunque di investigare sulla sua morte e sugli oscuri interrogativi che ammantano il sinistro istituto... Un manga imperdibile per tutti gli appassionati di ghost stories!


Voto:


Sono davvero pochi li shonen che riesco ad apprezzare, ma questo è uno dei pochissimi. Si è guadagnato il posto con non poca fatica.
La storia è ricca di mistero e ha un intreccio davvero interessante. Teiichi un giorno si smarrisce in un vecchio edificio e così incontra Yuko, il fantasma che infesta la sua scuola. Yuko è una giovane ragazza che poco ha dello spaventoso fantasma di cui si parla nelle leggende della scuola: è allegra, brillante, divertente, calorosa e bellissima, sempre pronta a ridere, scherzare e a partecipare a qualche strana avventura. Non ha niente di spaventoso o sinistro, niente per cui dovrebbero nascere assurde leggende sul suo conto. La ragazza, dopo che Teiichi ha trovato il suo scheletro, gli chiede aiuto. Ma le cose non sono semplici e se una leggenda c'è è per una buona ragione. Molto presto durante assurde e rocambolesche vicende del ragazzo inizia a profilarsi all'orizzonte un essere spaventoso, un fantasma sconosciuto incredibilmente sinistro.... 
Così lentamente iniziamo a conoscere il passato di Yuko, il come è il perchè sia morta e cosa sia realmente quella macabra ombra che infesta la scuola.
A tutto questo poi si intrecciano i sentimenti che Teiichi prova per lei e quelli di lei per lui, che non faranno che complicare un quadro già complicato, ma che renderanno le vicende anche molto più romantiche.
L'innegabile nota horror di questa storia, i misteri assolutamente appassionanti e i personaggi accattivanti, rendono questo manga una lettura davvero appassionante. Com'è morta Yuko? Continui a chiedertelo, dato che lei non sembra avere nessun particolare rimpianto.  Poi inizia ad apparire quest'essere... che le assomiglia e allo stesso tempo non le assomiglia per niente ed è davvero tanto raccapricciante (ma proprio tanto. Sul serio già mettere l'immagine qui accanto mi ha dato i brividi!), ma poi non fa niente di davvero cattivo.
Solo quando ci sarà raccontata la storia di com'è morta Yuko il quadro diventerà finalmente chiaro, assumendo però tinte ancora più cupe di quanto già non avesse.
Ho apprezzato davvero tantissimo questa storia, il modo in cui è riuscita a tenermi in sospeso fino alla fine, senza avere mai la certezza di niente. La parte più tragica è indubbiamente quella dove viene raccontato il passato di Yuko, ma sarebbe sbagliato non notare anche la vena vagamente comica con cui vengono narrate le vicende.
L'unica cosa che mi ha dato vagamente noia è la persona responsabile della morte di Yuko... come posso dire... si è sposata, ha una nipote... io avrei voluto che soffrisse atrocemente (se lo meritava). Lei si è sentita in colpa per tutta la sua vita... ma è andata avanti e sinceramente, per quanto suoni crudele, non lo meritava.

Una storia adattissima ad Halloween, da leggere tutto d'un fiato! (chiusura allegra, o almeno ci provo XD )


giovedì 26 ottobre 2017

Kurotsuta Yashiki no Himegoto di Ohmi Tomu



Buonasera lettori!
ormai siamo agli sgoccioli, mancano pochi giorni ad Halloween e io ho quasi finito la mia carrellata di recensioni  e news a tema. Dopo la prima volta in cui i post erano effettivamente su Halloween (gadgets inclusi), la scena si è spostata sul soprannaturale e il fantasy per forza di cose (mancanza di materiale essenzialmente). Comunque oggi parliamo di  Kurotsuta Yashiki no Himegoto di Ohmi Tomu.


Kurotsuta Yashiki no Himegoto
di Ohmi Tomu
Volumi: 3 (concluso)
inedito in Italia
Anno di inizio pubblicazione: 2013
Genere: josei, soprannaturale, smut, drama

Quando era piccola, Chizuru ha vissuto nella casa in cui sua madre ha lavorato come governante e passava giornate intere a giocare Yukihiko, il piccolo signore della Black Ivy Mansion, che con lei era davvero gentile. Dopo la morte della madre, ha dovuto lasciare la casa che gli era cara per trasferirsi da dei parenti e frequentare la scuola. Una volta finita l'università però la ragazza decide di tornare a fare la governante nella vecchia casa di Yukihiko, per servire il signore che tanto aveva apprezzato da bambina. Yukihiko, che è sempre stato innamorato di Chizuru, ne è immensamente felice, ma nasconde alla ragazza un oscuro segreto che ben presto metterà a rischio il loro rapporto.


Voto:


Ohmi Tomu è una garanzia, sempre. Anche questo manga è un amore, ovviamente, come in tutti i suoi lavori, la nota fantasy è molto marcata.
La storia è quella tipica dei pranormal romance, anche se ovviamente qui parliamo di manga, ma rispetto ai suoi precedenti lavori l'ho trovato molto più romantico. Credo sia dovuto al fatto che i due si conoscono fin da quando erano bambini. La Ohmi non è mai stata brava a rendere l'innamoramento, quindi la storia di solito inizia quasi a precipizio. I due stanno insieme e poi dopo si innamorano. Qui no, probabilmente perchè si conoscevano da prima, ti dà l'idea che i loro sentimenti si siano sviluppati già prima dell'inizio della storia e che poi, in questi tre libri, trovino realizzazione. Sono anche i personaggi che te lo fanno capire, sopratutto lui e ... la sua collezione XD
Avendo letto solo pochi capitoli la faccenda del demone è ancora poco chiara, ma sono convinta che con il tempo (sono al quarto capitolo come lettura) lo diventerà. Ammetto che per ora l'intreccio sembra molto elementare. Anche i personaggi non brillano per originalità, anche se sono molto coerenti. cosa che apprezzo sempre.
Che altro dire? E' la Ohmi e io sono una fan, la adoro, scrive dei josei che mi fanno sempre innamorare, ma per il giudizio finale aspetto gli altri due volumi.  

Il manga è tradotto in italiano da Manga Cosmo , in spagnolo da Whitelies Fansub.

mercoledì 25 ottobre 2017

The CW annuncia la serie horror remake di "Sabrina, vita da strega"



Sembra che la notizia giri da un po' ( gli articoli di Bleeding Cool e Indiewire riportano date intorno al 20 settembre), ma solo oggi un mio amico mi ha inviato il link con la notizia: sembra che The CW abbia in programma un remake di "Sabrina, vita da strega", ma in chiave horror!
La storia è tratta dal fumetto 'The Chilling Adventures of Sabrina", della Archie Comic che collabora già con la rete grazie alla serie televisiva "Riverdale", anch'essa tratta da un fumetto (non me lo aspettavo assolutamente!).

"The Chilling Adventures of Sabrina" ripropone la storia e le avventure di "Sabrina, vita da strega"(il titolo originale per chi non lo sapesse è "Sabrina the Teenage Witch". Io non lo sapevo, per chiarire^^!) come una storia oscura, ricca di avventura che più che sul comico tende all'horror, all'occultismo e, naturalmente, alla stregoneria. Con dei toni a metà tra "Rosemary's Baby" e "L'esorcista", il che già fa capire quanto sia horror, questo adattamento mostrerà una Sabrina diversa da quella a cui eravamo abituati, che lotta per conciliare la sua doppia natura - metà strega, metà mortale - mentre affronta i pericoli oscuri che la minacciano e vive la sua normale vita da teenager  (almeno per quanto ho capito).
Si tratta di qualcosa di totalmente diverso dalla serie già andata in onda e sinceramente mi attira anche di più.

Non so però quanto siano effettivamente fondate le voci che lo vedono come uno spin-off di Riverdale. Non è che non sia possibile, hanno lo stesso adattatore e lo stesso produttore da quello che ho capito, e sono tutti e due dalla Archie Comics; ma se fosse così vorrebbe dire portare un mondo senza magia come Riverdale in un universo in cui la magia esiste. 

Beh, per saperlo per certo non resta che aspettare il prossimo anno^^.


martedì 24 ottobre 2017

With Love di J.L Langley


Salve lettori!
Siamo arrivati a questo punto! Quello in cui ho finito i libri di cui parlare della serie With or Without: questo è l'ultimo e si tratta di una storia breve. Credo fosse un racconto a tema, perchè è ambientato a San Valentino. Dopo questo mi è rimasto un ultimo post su questa serie della Langley, in cui parlo degli speciali raccontando essenzialmente la trama delle storie singole. Anche quello è in programma questa settimana.
Ma ora, mettiamo tutto da parte e parliamo di With Love.


Titolo: With Love
Autore: J.L Langley
Editore:  Samhain Publishing
Data di Pubblicazione: ottobre 2011
Pagine:
Lingua: inglese

Devlin Johns è un lupo mannaro Alpha che arriva a Asheville alla ricerca di una nuovo posto per trasferire la sua attività di costruzione. Laine Campbell è un lupo mannaro di Omega con una costituzione delicata, effeminato, sottomesso e un imbranato come pochi. Dev aveva tutte le intenzioni di rendere le cose più semplici possibili: farsi gli affari suoi e conoscere il branco. Ogni progetto va in fumo quando vede Laine che rischia di essere violentato dall'alfa del suo branco come punizione per la sua impertinenza. Dev lo salva, indignato e infuriato per la situazione e proprio allora fa una scoperta sorprendente : Laine è il suo compagno. I due iniziano a stare insieme, ma il branco crea non pochi problemi.

Voto:



Questo libro è decisamente il più divertente tra quelli di questa serie. Mi sono fatta delle risate incredibili mentre lo leggevo, è veramente fantastico. Si tratta di una storia breve, ma è molto carina e cavoli se è divertente!
C'è un punto in cui Laine è al telefono con Dev mentre è a lavoro, Laine fa il fiorario e in negozio ha questo vecchissimo telefono con il filo, tipo quello che c'è da Luke in Gilmore Girls, avete presente? I due parlano e lui, senza accorgersene, finisce totalmente avviluppato nel filo e cade per terra, chiedendo aiuto alle due ragazze che lavorano con lui. E' fantastico solo a immaginarlo. Anche se il punto più divertente... beh, per me è quello in cui l'amico di Dev lo chiama dicendogli che è venuto lì con la moglie per conoscere il suo compagno e che ora sono fermi sul ciglio della strada. Il perchè è quello che fa veramente sganasciare. Una cosa unica. La moglie voleva un gelato, ma mentre lo mangiava ha pensato che fosse troppo freddo per mangiare il gelato e l'ha buttato dal finestrino! Dove è finito secondo voi? Ma sulla volante della polizia ovviamente! E i poliziotti chiaramente non hanno gradito.
Sapete cosa vuol dire essere a letto all'una di notte e ridere come una cretina fino a sentirsi male? Ecco, io ero messa così!
E' una storia breve, i personaggi non li conoscevo, non li ricordo in altri libri però ho sempre pensato che fossero apparsi in With Abandon o che almeno fosse apparso Dev. Comunque è meraviglioso. Davvero. Anche la storia, sebbene sia breve, è ben sviluppata.
L'unico vero difetto della storia è semplicemente quello di aver preso personaggi mai visti prima, cosa che non ho apprezzato dato che erano già stati presentati un infinità di personaggi. Anche rimanendo solo negli MM abbiamo praticamente tutti il branco di Rami e Jake composto principalmente da licantropi gay e lei è andata a pescare altri due personaggi mai visti o sentiti....


lunedì 23 ottobre 2017

Un tuffo nei classici: Charmed


Buonasera lettori!!!
Stasera parliamo di una vecchissima serie che ha accompagnato la mia adolescenza: Charmed, anche conosciuta come Streghe!
Al contrario dei miei coetanei, che erano innamorati di Dowson's Creek, io ero persa per questo magico telefilm e sono felice di poterne finalmente parlare in questo blog.

Per chi non lo sapesse Streghe (Charmed) è una serie fantasy andata in onda in Italia dal 1999 al 2006 su Rai 2. La Mediaset aveva Buffy l'ammazza vampiri e la Rai aveva Streghe. La serie è andata in onda in un periodo in cui lo streaming nemmeno esisteva e io, un'adolescente innamorata del fantasy e delle streghe aspettavo trepidante di vedermi comparire i due miseri episodi una volta a settimana, frammentati da un infinità di pubblicità. E la registravo pure, sui vecchi vhs (cercateveli su internet se non sapete che sono). Poi sono arrivati i DVD e la serie è uscita e io ho potuto comprarmi i DVD originali con tutti i contenuti speciali ...

Ma prima di allora, ragazzi miei, tv e pubblicità. 

La storia, bellissima nella sua semplicità. raccontava di tre sorelle, tre potentissime streghe che scoprono i loro poteri quando, dopo la morte della nonna, tornano a vivere tutte e tre insieme nella casa di famiglia. 
Appena tornata a casa una serie di strani avvenimenti porta la più piccola di loro nella loro soffitta dove scopre un antico libro di magia: il Libro delle Ombre, che conferisce a tutte e tre i loro poteri. Le tre scoprono poi non solo di essere streghe, ma anche Prescelte, discendenti di una lunghissima e potente dinastia di streghe buone, detentrici anche loro di un potere immenso destinato a crescere. Grazie ai loro poteri le tre donne combattono i demoni e il male in qualunque forma si presenti.

La storia, tra amori, incantesimi, risate e perdite è andata avanti per otto stagioni, un record allora. Il legame tra sorelle, una storia fantasy ricca di amore, avventura e colpi di scena, nonché di meravigliosi effetti speciali (meravigliosi per l'epoca almeno) hanno reso questo telefilm uno dei più apprezzati ed acclamati dell'epoca.
Non credo che abbia mai perso ascolti e questo nonostante nella quarta stagione ci sia stato un cambio di cast: Prue, la sorella maggiore interpretata da Shannen Doherty, muore e viene "sostituita" nel trio da una sorella di cui Piper Halliwell (Holly Marie Combs) e Phoebe (Alyssa Milano) ignoravano l'esistenza prima di allora. 

Paige Matthews, interpretata da Rose McGowan, sarebbe figlia della madre delle tre e del suo angelo bianco Sam e riceve i poteri alla morte di Prue (un po' troppo comodo a pensarci, ma allora ero un adolescente e ero semplicemente felice che Streghe non terminasse con la morte di una delle tre sorelle).
La serie si è conclusa con queste tre sorelle, Il Potere del Trio costituito da  Piper, Phoebe e Paige ha accompagnato le ultime quattro stagioni senza ulteriori cambi. Shannen Doherty non ha più fatto apparizioni nella serie, nemmeno sotto forma di fantasma, nonostante nell'ultimo episodio della ottava e ultima stagione ci sarebbe stata una vera e propria opportunità di farla riapparire e chiudere in bellezza.

Parlando di streghe è inevitabile che nella serie ci siano episodi dedicati ad Halloween e proprio perchè parla di streghe per i pochi che ancora non l'hanno fatto è decisamente il periodo giusto per iniziare a vederlo. Le stagioni sono otto, è vero, ma con una degnissima e magica conclusione.

Consigliatissimo.