venerdì 16 giugno 2017

Dorobou Neko ni wa Nusumenai di Michinoku Atami


Cari lettori,
il caldo non da tregua e io non ho il condizionatore in casa, quindi sono diventata un tutt'uno con il ventilatore.  Oggi davano pioggia, ennesima speranza infranta. Almeno la sera un minimo raffresca... ma giusto un minimo.
Dopo una settimana a tema sense8 (e dopo aver ascoltato What's up fino a rovinarmi l'udito), ho deciso di tornare a parlare di manga, e nello specifico di questo volumetto unico, molto comico, molto carino.

Dorobou Neko ni wa Nusumenai
di Michinoku Atami
Volumi: 1  (concluso)
inedito in Italia
Anno di inizio pubblicazione: 2015
Genere: yaoi, romantico, commedia.

La fortuna non esiste e i gatti della fortuna meno che mai: di questo Shinoda Ryouji è profondamente convinto. Quando stanco morto di rientro dal lavoro un gatto gli ruba il portafoglio a lui non resta che inseguirlo. Purtroppo però il piccolo ladro si rifugia nella casa di qualcuno, passando per una finestra aperta. Ryouji si trova davanti a un dilemma: o entra in quella casa, momentaneamente vuota, infrangendo in questo modo la legge, o tornare a casa senza portafogli. In un attimo l'uomo entra dentro casa per cercare il gatto, ripetendosi di fare presto. Nel bel mezzo della sua ricerca però ricompare il proprietario della casa, ubriaco. Colto dal panico Ryouji decide di inventarsi una bugia, pietosa, per scamparla: gli dice di essere il suo gatto!!!!!!!!
L'uomo sorprendentemente gli crede, ma quando Ryouji prova ad andarsene, lui lo abbraccia e lo trascina a letto, addormentandosi  impedendogli di scappare. Il mattino dopo Ryouji è pronto a essere denunciato, ma sorprendentemente Yamato sembra ancora disposto a credere alla bugia. Che i giorni di Ryouji come gatto domestico siano iniziati?
Voto:


Mi piacciono tantissimo le storie così, dove essenzialmente ti fai delle grosse risate. Ovviamente in un solo volume quanto volete che siano sviluppati i personaggi? 
La storia però rimane molto dolce e davvero carina da leggere, sopratutto il primo capitolo (dai, come cavolo gli viene in mente la cosa del gatto???? XD). 
Alla fine il gatto spunterà fuori, ma proprio all'ultimo. 

Il manga è disponibile solo in inglese per ora, ed è di Fundash Yaoi, che però è in spagnolo, mentre su mangago l'ho letto in inglese.... non so che dire. 
Cos'altro dire? Buona lettura!!!!







sabato 10 giugno 2017

Addio Sense8 , avrei adorato la tua terza stagione.


Cari lettori,
non c'è niente da fare. Quando perfino Will (Brian J. Smith) ti dice che non c'è niente da fare, non puoi che arrenderti. Getti la spugna e ti chiedi semplicemente perchè Netflix che ha rinnovato una serie come Tredici che non ha bisogno di un nuova stagione; che ha prodotto i quattro film conclusivi (ma che facevano schifo) di Gilmore Girls; che di solito regala gioie, tante, abbia preso una decisione così assolutamente odiosa e impopolare.

Non è solo per i budget, dato che gli sceneggiatori si sono detti d'accordo a lavorare con un budget ridotto, senza contare che con i sense8 riuniti le location sarebbero state molte meno questa volta (o almeno avrebbero potuto esserlo). Gli ascolta è impensabile credere che non ci sarebbero stati visto quanto si è mobilitato il web.
Mentre prende piede il nuovo hashtag NoSense8NoNetflix, nel cuore di chi ha amato la cerchia come me resta un vuoto.
Il co-creatore Straczynski, forse mosso a compassione dal chiaro amore dei fan (per non definirla un ossessione bella e buona! Badate bene, ci sono pure io in mezzo al gruppo di ossessionati u_u) ha iniziato a twittare indiscrezioni su quello che doveva accadere nella terza serie. Le tre cose più interessanti (e più facili da trovare):
  • Come molti si aspettavano Wolf sarebbe stato scambiato con Whisperer (anche se io speravo che l'accoppassero, perchè lo odio profondamente) , lui e Kala avrebbero avuto il loro lieto fine. 
  • Sun sarebbe stata scarcerata e il fratello arrestato, grazie al detective Mun (gradirei l'aggiunta di una relazione tra i due, ma dato che quelle riportate sono solo le idee sulla terza stagione è normale non ci sia)
  • I Sense avrebbero sconfitto la BPO dando vita a nuove cerchie, ma qualcuno, non avevano ancora deciso chi, sarebbe morto (forse l'abbiamo scampata bella, dato che il più probabile per loro era Will).
E' triste pensare che queste cose non le vedremo mai sullo schermo, sarebbero state spettacolari.
All'inizio di questo post pensavo di scrivere qualcosa sui personaggi e sulle scene che ho amato di più, ma ... E' così incredibilmente strano quanto ognuno di questi personaggi riesca a entrati dentro..

Addio Sense8


domenica 4 giugno 2017

Sense8: what’s going on?



L'ho condiviso ovunque: Netflix Life, un account fan ufficiale mi pare, ha fatto un sondaggio su quale serie Netflix salvereste. Le opzioni proposte sono quattro: Sense8, Bloodline, The Get Down e Marco Polo.

Qui il link del sondaggio:
https://twitter.com/NetflixLifee/status/871078581694234625

Colgo l'occasione per ricordarvi che sono partite diverse petizioni, una è quella che trovate nel menù a lato del blog, l'altra è a questo link:

https://www.mytv.org/campaigns/592dca3bfc86aa000f1d23f2

giovedì 1 giugno 2017

Strage di telefilm: il caso Sense8


Cari lettori,
oggi dovrete fare i bravi e lasciarmi sfogare.
All'inizio di maggio mi sono ritrovata con la bellezza di due serie cancellate. Lo ammetto: è stato un pochino un colpo, le serie non avevano avuto un vero e proprio finale e quindi mi dispiaceva salutarle.

2 Broke Girls, la cui cancellazione mi ha molto sorpresa visto che come telefilm continuava a essere davvero divertente e un piacere da guardare, è stato cancellato dopo ben sei stagioni. Certo, la storia non è poi così ricca e a ben vedersi nell'ultimo episodio della sesta stagione un finale si intravedeva. Max e Caroline avevano aperto il loro dessert bar ed entrambe avevano trovato degli uomini che le amavano... avevano avuto il loro lieto fine. Anche se l'ultimo episodio non sapeva affatto di chiusura.

Stessa storia per Scream Queens, cancellata anche quella quando la fine della scorsa stagione sembrava promettere un seguito.

Un durissimo colpo è stato dire addio a The Blacklist: Redemption, un telefilm nato come spin-off di The Blacklist, che lascia la storia troncata. Impossibile pensare che non avesse ascolti, il telefilm era brillante e fatto benissimo. La speranza è quindi di vedere una conclusione di qualche tipo nella serie originaria, così da avere una fine (la gradirei moltissimo).

Ma se dire addio a tutte queste serie è stato difficile, chi più chi meno, dire addio a Sense8 è semplicemente impensabile!
Il telefilm ideato dalle brillanti sorelle Wachowski ha fatto attendere per due anni la seconda stagione e mentre questo ritardo difficilmente sarebbe stato perdonato in altri casi, dopo aver visto i tredici episodi di Sense8 non puoi che inchinarti al genio, alla bellezza della storia, alla delicatezza e alla forza dei sentimenti che racchiudere e tacere ogni protesta. 
Impensabile, semplicemente, cancellare un simile capolavoro (sopratutto in considerazione che hanno rinnovato Tredici, una serie che di una seconda stagione proprio NON ha bisogno). E se il cervello ci ripete che è comprensibile visto quello che è probabilmente stato il costo del telefilm, il cuore non ci sta. No, non ci sono ragioni che tengono per non rinnovarlo!
Sense8 è un telefilm meraviglioso, un telefilm che mostra la diversità come un pregio, nella sua bellezza, rinunciando ad ogni stereotipo, mostrando l'umanità dei propri personaggi. Nella sua seconda stagione, molto più ricca di azione e movimentata della prima, è impossibile non rimanere travolti da quello che succede. Ami i protagonisti, così veri, così uniti, come una famiglia. Ed è quello che ti incanta, come le conoscenze di ognuno si uniscano per spalleggiarsi e difendersi, diventando quasi una persona sola. Questo sembra ancora più bello se si nota quanto ogni personaggio sia diverso dall'altro per cultura, conoscenze, ambiente.... 

La seconda stagione ti lascia con il fiato sospeso, senza darti una conclusione e già io mi disperavo pensando a quanto avrei dovuto aspettare per la terza. Troppo spettacolare, bella, ricca di sentimenti, troppo splendida nella sua interezza, tanto che la mia mente non riusciva neanche a concepire l'idea che potesse non essere rinnovata. Non poteva succedere, sarebbe stata sicuramente rinnovata, ne ero certa, non so nemmeno io perchè ma lo ero....

Come? Come è potuto succedere? Come hanno potuto fare una cosa del genere? Il mio cuore piange...e non è l'unico. E' già partita una petizione, anche più di una,  non ho dubbi che l'hashtag #RenewSense8 continuerà a girare sui social, perchè tutti speriamo (forse inutilmente) in un ripensamento.

Ma se così non fosse... se Netflix rimane fermo nella sua posizione allora non ci resta che dire addio, pieni di rimpianti, a questo meraviglioso telefilm e andarcene in un angolino aspettando che il nostro povero cuoricino si riprenda. 
Il mio non si riprenderà: hanno lasciato Wolf in mano alla BPO, i bastardi!

... che altro dire? Vado a deprimermi altrove, lettori miei, ma se volete iniziare un boicottaggio sono con voi!